header

Regolamento

DSCF5099

REGOLAMENTO INTERNO DE “LA CASA DI DADA” – Asilo Nido e Scuola dell’Infanzia

ART. 1 DEFINIZIONE E FINALITA’ DEL SERVIZIO

LA CASA DI DADA è un servizio educativo e di assistenza per l’infanzia che concorre con le famiglie alla crescita e formazione di bambini in età compresa tra i 3 mesi e i 3 anni (Asilo Nido) e tra i 3 e i 6 anni (Scuola dell’Infanzia paritaria); garantisce il diritto all’educazione nel rispetto dell’identità individuale e favorisce l’equilibrato sviluppo del bambino e la sua socializzazione, salvaguardandone i diritti e i bisogni attraverso un percorso pedagogico di formazione e un continuo scambio di informazioni e confronto con i genitori.

ART. 2 ORGANIZZAZIONE DELLE SEZIONI

L’ASILO NIDO è organizzato in due sezioni per bambini di età fra i 3 mesi e i 18 mesi circa, e tra i 18 mesi circa e i 3 anni. La Scuola Dell’Infanzia paritaria è organizzata in due sezioni per bambini di età mista da 3 a 6 anni.

Le sezioni sono costituite nel rispetto delle normative vigenti in merito al rapporto ottimale personale educativo/bambini. L’inserimento nelle sezioni è disposto dalla Direzione e tiene conto dell’età e dello sviluppo dei bambini e del progetto formativo predisposto insieme al personale educativo.

ART. 3 ISCRIZIONE E CRITERI DI AMMISSIONE

La domanda di iscrizione può essere presentata su apposito modulo presso la Direzione in qualsiasi periodo dell’anno; se accolta, va immediatamente accompagnata dal versamento dell’intera quota di iscrizione che da’ diritto alla prenotazione del posto. Al momento in cui il bambino inizia a frequentare va versata la rata mensile.

L’iscrizione è relativa a tutto l’anno di attività scolastica, e si intende scaduta al termine dello stesso anno scolastico, quindi da rinnovare per l’anno successivo in un’unica quota da versare entro il giorno 5 del mese di febbraio. La quota di iscrizione non è restituibile in nessun caso, anche se il bambino non dovesse frequentare LA CASA DI DADA al momento prestabilito. Previo accordo con la Direzione è possibile visitare LA CASA DI DADA.

ART. 4 GESTIONE DE LA CASA DI DADA

LA CASA DI DADA, situata in strada Chieri 64/66 a Pecetto Torinese, è gestita dalla società DADA s.a.s. di Maglio Mirella e c..

ART. 5 CALENDARIO E ORARI

LA CASA DI DADA è aperta da settembre a luglio. I giorni e i periodi di apertura e chiusura, che vengono comunicati con un calendario completo a inizio dell’anno scolastico, coincidono con il mese di agosto, con le Festività da calendario e con i periodi di vacanza in prossimità del Natale e del Capodanno.

La Casa di Dada è aperta dal lunedì al venerdì, gli orari di frequenza possono essere:

ASILO NIDO:

    • PART TIME: 7.30-13.30
  • FULL TIME: 7.30-18.30

SCUOLA DELL’INFANZIA:

  • GIORNATA INTERA: 7.30-18.30

L’orario di entrata è tassativamente compreso tra le 7.30 e le 9.00 del mattino. Entrate extra orario per ripetuti ritardi o per esigenze personali possono avvenire alle 11.50 per l’asilo nido e 12.20 per la scuola dell’Infanzia (prima del pasto), oppure alle ore 13.30 (dopo il pasto).

L’uscita part time prevista all’Asilo Nido avviene dalle ore 13.20 alle ore 13.30.

L’uscita del full time avviene tra le 16.30 e le 18.30. Il cancello verrà pertanto aperto alle ore 13.20 e alle ore 16.30, non prima.

Non sono ammesse uscite prima degli orari sopra specificati salvo eccezioni preventivamente concordate e comunque solo alle ore 12.20 (prima di pranzo), 13.30 (dopo pranzo) oppure tra le 15.45 e le 16.30 (dopo il riposo del pomeriggio e al termine dei laboratori pomeridiani).

ART. 6 SERVIZIO POST SCUOLA “DADA EXTRA TIME” E RITARDI IN USCITA

Al termine dell’orario di chiusura serale standard delle strutture di Asilo Nido e Scuola dell’Infanzia La Casa di Dada, ovvero alle ore 18.30, è possibile aderire ad un servizio post scuola denominato “DADA EXTRA TIME”dalle ore 18.31 alle ore 19.00. Oltre a tutti quelli che invece vi hanno già aderito anticipatamente in maniera facoltativa, al post scuola aderiscono d’ufficio tutti gli alunni i cui genitori non si presentano entro le ore 18.30.

Si considera ritardo l’entrata da parte del genitore ne LA CASA DI DADA dalle ore 18.31 in poi: oltre tale ora i bambini verranno accompagnati al servizio DADA EXTRA TIME.

In caso di ritardo dei genitori di bambini NON iscritti al DADA EXTRA TIME è necessario telefonare tempestivamente per avvertire il personale in servizio.

Il personale in servizio farà sempre constatare ai genitori, all’atto del ritiro del bambino, il ritardo rispetto all’orario di chiusura stabilito e verrà fatto firmare un apposito modulo. Farà fede l’orario delle bollatrici presenti nelle due strutture.

Il servizio è accessibile da tutti i bambini, ha sede presso i locali delle due sezioni de La Casa di Dada (Asilo Nido e Scuola dell’Infanzia), ed è vigilato da maestri/educatori della struttura. Il costo di questo servizio è da versarsi trimestralmente in caso di adesione permanente, al termine del mese invece dietro invio da parte della Direzione di un’email che riepiloga le giornate in cui se ne è usufruito in caso di adesione saltuaria, ovvero anticipatamente per soli 10 ingressi da consumare nel corso dell’anno scolastico. Sono inderogabilmente vietati ritardi oltre le ore 19.00: nel caso i genitori non si dovessero presentare a ritirare gli alunni entro le ore 19.00 senza alcun preavviso sarà richiesta la collaborazione delle Forze dell’Ordine per l’accompagnamento del bambino alla propria abitazione.

ART. 7 ASSENZE E RITARDI IN INGRESSO

Assenze: le assenze vanno tempestivamente comunicate così da consentire il monitoraggio della situazione sanitaria dei bambini frequentanti ed eventualmente avvertire tramite l’apposizione di cartelli nelle bacheche interne in caso di malattie infettive.

Ritardi in ingresso: L’ingresso in sezione deve avvenire entro le ore 9.00: se eccezionalmente dovesse verificarsi un ritardo è necessario avvertire tempestivamente la scuola. Oltre le 9.00 coloro che non hanno avvertito saranno considerati assenti. Saranno consentiti numero 3 ritardi mensili, dal quarto il bambino/a non sarà ammesso nella struttura per le attività del mattino. Nella stessa giornata potrà quindi essere ammesso dalle ore 11.50 per l’asilo nido e 12.20 per la scuola dell’Infanzia, ovvero in tempo per poter consumare il pasto. Si precisa che anche se anticipato con la telefonata il ritardo viene comunque conteggiato all’interno dei tre mensili.

ART. 8 RICONSEGNA DEI BAMBINI ALLA FAMIGLIA

Uscite: all’uscita da scuola i bambini verranno affidati ai genitori o a persone da loro delegate.

Nel caso di genitori separati o divorziati la Direzione si riserva la facoltà di chiedere una copia degli atti giudiziari attestanti i diritti dei singoli genitori sui bambini o in alternativa ed in assenza di una documentazione legale, di una dichiarazione firmata da entrambi recanti i diritti di frequenza dei genitori sui bambini.

I bambini non verranno mai affidati a minori di anni 18 e comunque ad altre persone diverse da quelle autorizzate con delega permanente compilata dai genitori. Saranno consentite deleghe temporanee della validità di una giornata. Queste dovranno essere richieste all’ingresso a scuola del bambino/a compilando l’apposito modulo oppure inviando una mail a This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.">This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. indicando nome e cognome del bambino/a e nome e cognome del delegato. E’ in ogni caso indispensabile la presentazione al personale educativo di un documento di identità da parte della persona che prende in affidamento il bambino.

ART. 9 INSERIMENTO

Per permettere un corretto inserimento dei bambini è richiesta inizialmente la presenza di un genitore o di una persona significativa per il bambino. E’ necessario fare riferimento al personale educativo nel valutare i tempi e le modalità dell’inserimento, che sono graduate in ragione delle effettive esigenze dei bambini. In nessun caso verranno ammessi al periodo di inserimento bambini che non sono in regola con il pagamento dell’iscrizione e della retta mensile. E’ pertanto necessario saldare iscrizione e retta di frequenza entro la prima giornata di inserimento.

ART. 10 ALIMENTAZIONE E SVEZZAMENTO

Il menu quotidiano tiene conto delle tabelle dietetiche approvate dall’ASL ed adeguate all’età, ed è sempre esposto all’interno de LA CASA DI DADA per favorirne la consultazione. Le dosi di cibo proposte ai bambini rispettano le tabelle dietetiche suggerite dall’ASL. Eventuali patologie, allergie o intolleranze alimentari dovranno essere segnalate alla Direzione e/o alle maestre al momento dell’iscrizione, o comunque tempestivamente quando dovessero presentarsi: si potrà usufruire di un menù personalizzato, che rispetti le limitazioni alimentari conseguenti solo ed esclusivamente dietro presentazione di un certificato medico che indichi chiaramente tutti gli alimenti non somministrabili oltre che la durata dello stesso. Non è garantita la preparazione di menu personalizzati in caso di celiachia.

Pasto in bianco, dieta leggera: si intende per pasto in bianco un’alimentazione povera di grassi animali e di fibre, indicata nella convalescenza dopo infezioni/intossicazioni intestinali. Nello specifico: riso bollito, carota bollita, pollo o pesce bollito. La dieta potrà essere richiesta dalla famiglia, compilando l’apposito modulo. La dieta leggera verrà somministrata per non più di due giorni consecutivi oltre i quali sarà necessario un certificato medico con lo schema dietetico da seguire.

Svezzamento: Il menu previsto per i bambini ancora in fase di svezzamento seguirà strettamente le seguenti regole:

  • a pranzo verrà proposto latte a tutti i bambini dal terzo mese fino a tutto il quinto mese di età del bambino;

  • la frutta, proposta dal compimento del quinto mese viene sempre somministrata fresca e frullata;

  • a partire dal compimento del sesto mese si introduce il piatto unico (brodo vegetale, verdura, proteina fresca e carboidrati il tutto frullato insieme);

  • il formaggio verrà introdotto non prima del compimento del sesto mese;

  • il pesce verrà introdotto non prima del compimento del settimo mese;

  • l’uovo verrà introdotto non prima del compimento del decimo mese;

  • i legumi verranno introdotti non prima del compimento del dodicesimo mese, ad eccezione dei piselli e fagiolini introdotti già dal compimento del settimo mese.

    Qualsiasi deroga a queste regole verrà valutata dalla Direzione: nel caso in cui però preveda l’utilizzo di latte artificiale o di proteine non cucinate fresche (liofilizzate od omogeneizzate), oltre i suddetti termini, questi alimenti andranno forniti direttamente dalla famiglia.

    Al compimento dell’anno ogni bambino ospite della Casa di Dada dovrà aver assaggiato tutti gli alimenti così da essere in grado di mangiare inderogabilmente ogni giorno il menu da noi previsto (cibo a pezzetti: verdura, secondo e primo), approvato nelle dosi e nell’alternanza dei cibi dalle Nutrizioniste dell’Asl di riferimento.

    Pasti speciali per motivi etico/religiosi: eventuali richieste di pasti speciali verranno esaminate e approvate direttamente dalla Direzione.

    ART. 11 ABBIGLIAMENTO, OGGETTI PERSONALI E CORREDINO

    Si consiglia un abbigliamento comodo e pratico: ideali sono le tute da ginnastica.

    E’ vietato portare da casa in sezione oggetti personali o giocattoli, che vanno quindi lasciati nell’armadietto personale dei bambini; in ogni caso la Direzione e le maestre non assumono nessuna responsabilità sugli oggetti/giocattoli che il bambino porta con sé, ne’ sugli eventuali danni, ad esempio macchie di colore o cibo, che l’abbigliamento dovesse subire durante la permanenza del bambino presso la struttura.

    Non sono ammessi nell’armadietto dei bambini: cibo, oggetti pericolosi o oggetti troppo ingombranti.

    Ogni bambino dovrà portare a LA CASA DI DADA un corredino composto come indicato al momento dell’iscrizione dalla Direzione o dal personale educativo. Ogni lunedì le famiglie devono provvedere alla sostituzione della biancheria utilizzata nella settimana con altra pulita. Tutto dovrà essere debitamente contrassegnato con nome e cognome del bambino onde evitare smarrimenti, in caso contrario verrà contrassegnato dal personale in maniera indelebile.

    ART. 12 USCITE DIDATTICHE

    E’ richiesta l’autorizzazione scritta dei genitori per le eventuali uscite didattiche che verranno programmate. Il modulo di autorizzazione verrà di volta in volta consegnato ai genitori nei giorni precedenti l’uscita didattica. In assenza dell’autorizzazione i bambini non parteciperanno all’uscita didattica rimanendo alla Casa di Dada.

    ART. 13 ASSICURAZIONE

    Le attività svolte durante il periodo di permanenza del bambino a LA CASA DI DADA o durante le uscite didattiche sono coperte da assicurazione. Per nessun motivo i bambini possono essere lasciati incustoditi dai genitori prima della consegna alle maestre né dopo il ritiro dalle stesse sia all’interno de LA CASA DI DADA sia nel cortile esterno anche se in presenza dei genitori. Si intende pertanto che una volta ritirati i bambini i genitori non si trattengano oltre all’interno della struttura o nel giardino.

    ART. 14 RETTA

    La retta annuale viene suddivisa in 11 rate corrispondenti agli 11 mesi di apertura della Casa di Dada, essa va corrisposta entro il 5 di ogni mese a partire da settembre, o comunque dal mese di inserimento del bambino, fino a tutto il mese di luglio compreso, nessuna eccezione esclusa. La retta va pertanto corrisposta interamente anche nei mesi, da settembre a luglio, all’interno dei quali cadano dei periodi di chiusura della Casa di Dada.

    La quota mensile comprende: materiale didattico, giochi, cibi freschi preparati quotidianamente sia per il pranzo che per gli spuntini, pannolini (all’Asilo Nido), detergenti e creme per la pulizia personale, creme solari, eventuali medicazioni ordinarie, riscaldamento.

    L’importo delle rette per la frequenza e del post scuola viene comunicato ad ogni inizio di anno scolastico.

    Nel caso in cui un bimbo con frequenza part-time (solo asilo nido) richieda occasionalmente la giornata completa, verrà applicata una maggiorazione corrispondente alla differenza dell’importo quotidiano tra frequenza full e part-time, sulla retta del mese successivo, per ogni giornata completa frequentata.

    ART. 15 AGGIORNAMENTO ISTAT

    Gli importi delle rette e dell’iscrizione sono soggetti, ogni mese di settembre, all’aggiornamento secondo l’indice ISTAT dei prezzi. Eventuali aumenti di tariffa diversi dall’aggiornamento ISTAT, verranno comunicati dalla Direzione, per scritto, in occasione delle iscrizioni.

    ART. 16 TARIFFE PER IL PERIODO DI INSERIMENTO

    Si considera inserimento il primo mese di ingresso dei bambini a LA CASA DI DADA concordato al momento dell’iscrizione tra la famiglia e la Direzione. Nel caso in cui la frequenza abbia inizio a mese inoltrato, il calcolo della retta sarà determinato dalla quota settimanale moltiplicata per le effettive settimane frequentate (l’eventuale frazione di settimana a fine mese, superiore a due giorni, sarà conteggiata come settimana intera). Per determinare la quota settimanale si prende a riferimento la cifra mensile relativa al tempo di frequenza scelto e la si divide per quattro, numero medio di settimane al mese. L’inserimento di norma avrà inizio il lunedì, ma se eccezionalmente dovesse avere inizio in un giorno diverso, verrà comunque applicata la tariffa settimanale.

    ART. 17 DISCIPLINA GENERALE DELLA TARIFFA

    Non si prevedono tariffe differenziate secondo le fasce di reddito ma solo secondo l’orario di frequenza dei bambini.

    ART. 18 SCONTI SULLE RETTE

    Si specifica che per giornate di assenza si considerano quelle di effettivo funzionamento del servizio: le chiusure settimanali (sabato, domenica e Festività infrasettimanali) non sono pertanto conteggiate ai fini delle riduzioni, ma non interrompono il periodo consecutivo di assenza (es. un’assenza che inizia il venerdì deve protrarsi fino al giovedì successivo compreso per dare luogo ad un periodo di assenza di 5 giorni consecutivi).

    Le assenze per effettiva malattia giustificate da certificato medico o certificato di ricovero ospedaliero che si protraggono per un periodo dai 15 giorni ai 20 giorni consecutivi danno diritto ad uno sconto del 20% sulle rette a partire dal quindicesimo giorno di assenza consecutiva; quelle che per gli stessi motivi si protraggono oltre i 21 giorni consecutivi danno diritto ad uno sconto del 30% sulle rette a partire dal ventunesimo giorno di assenza consecutiva.

    Le assenze per effettiva malattia giustificate da certificato medico o certificato di ricovero ospedaliero che si protraggono fino a 14 giorni consecutivi e/o singole giornate di assenza non danno luogo a riduzioni.

    Le assenze per motivi precauzionali, ossia quando preventivamente si tengono a casa i bambini onde evitar loro eventuali contagi, non danno diritto ad alcuno sconto, di qualsiasi durata esse siano.

    Tutti gli sconti vanno comunque concordati con la Direzione e sono da applicare alla retta del mese successivo a quello in cui si verificano le condizioni che ne danno diritto.

    E’ vietata l’applicazione autonoma degli sconti da parte della famiglia senza preventiva autorizzazione da parte della Direzione, in caso ciò dovesse accadere il pagamento della retta completa verrà immediatamente richiesto alla famiglia, e se il relativo debito non verrà tempestivamente e correttamente saldato la Direzione si riserva di espellere il bambino, con relativa perdita del diritto di mantenere il posto per l’anno successivo come bambino già frequentante nonostante sia già stata pagata la quota di iscrizione. Le riduzioni sopra citate non valgono nel periodo di preavviso per cessazione di frequenza.

    Le riduzioni sopra citate si applicano alla retta relativa alla frequenza concordata al momento dell’iscrizione del bambino.

    Nel caso più fratelli frequentassero contemporaneamente la Casa di Dada nelle sezioni Asilo Nido e/o Scuola dell’Infanzia è previsto uno sconto del 10% della retta mensile dovuta da ciascun fratello, escluso il maggiore di età.

    ART. 19 CESSAZIONE DI FREQUENZA

    In caso di rinuncia, la cessazione della frequenza del bambino dovrà essere comunicata con lettera raccomandata da recapitare alla Direzione con preavviso di tre mesi; in caso di mancato preavviso verrà addebitata la retta concordata al momento dell’iscrizione moltiplicata per le tre mensilità. Il ritiro del bambino durante l’anno scolastico comporterà inoltre, indipendentemente dal momento in cui venga realizzato, la perdita del diritto di mantenere il posto per l’anno successivo come bambino già frequentante nonostante sia già stata pagata la quota di iscrizione.

    ART. 20 PAGAMENTO DELLE RETTE MENSILI

    Il pagamento delle rette mensili da parte delle famiglie va effettuato presso la sede de LA CASA DI DADA in via anticipata, inderogabilmente entro il 5° giorno del mese di frequenza.

    Le modalità di pagamento possibili saranno comunicate dalla Direzione alle famiglie degli iscritti all’atto dell’iscrizione. In caso di pagamento tramite bonifico bancario la valuta va correttamente disposta affinché l’effettiva disponibilità della retta sia entro il 5 del mese.

    A seguito del mancato pagamento di una mensilità entro il termine sopra previsto, la Direzione si riserva la facoltà di non accettare il bambino presso la struttura, e di espellerlo liberando il posto e accogliendo un nuovo bambino all’interno della stessa: in questo caso nessun rimborso sarà dovuto dalla Direzione.

    Il pagamento della retta entro i termini sopra previsti va rispettato anche nel caso in cui in quei giorni il bambino fosse assente. Nessuna deroga verrà accettata.

    ART. 21 CAMBIO DI FREQUENZA ASILO NIDO

    Nel corso dell’anno scolastico è possibile cambiare la frequenza scelta ad inizio anno solo se si passa dal part-time al full-time, non viceversa, e va in ogni caso preventivamente concordata con la Direzione che valuterà la sua fattibilità in relazione al numero di bambini già frequentanti.

    ART. 22 ACCESSO ALLA STRUTTURA

    L’accesso ai locali de LA CASA DI DADA e al suo giardino è concesso esclusivamente agli iscritti e al personale: pertanto non ai genitori o ad altri familiari, ad eccezione delle giornate dedicate alla celebrazione delle Feste della Mamma, del Papà, dei Nonni, alla Festa di Natale o di fine anno.

    ART. 23 ESPULSIONE

    La Direzione a suo insindacabile giudizio si riserva di espellere senza preavviso qualsiasi iscritto per qualsiasi motivo restituendo solamente la quota di iscrizione eventualmente già versata per l’anno scolastico successivo.

    ART. 24 VARIAZIONI AL REGOLAMENTO

    Potranno essere apportate variazioni al Regolamento dalla Direzione in qualsiasi momento dell’anno, previa comunicazione scritta da consegnare alla famiglie almeno 7 giorni prima dell’entrata in vigore delle modifiche apportate.

    ART. 25 COMPLEANNI

    I genitori possono portare alimenti per festeggiare il compleanno dei loro bambini purché non siano stati preparati in casa, e purché siano accompagnati dal nome del produttore (industria alimentare o artigianale dove sono stati acquistati), e dall’elenco degli ingredienti. Si precisa che non sono ammessi dolci con frutta secca, creme, panna e, per quanto riguarda esclusivamente la sezione Asilo Nido, con cioccolato.

    ART. 26 NORME SANITARIE

    CRITERI GENERALI PER L’ALLONTANAMENTO

    Qualora il bambino/a presenti una situazione di malessere il personale è autorizzato a verificare e controllare la presenza di sintomi e/o patologie sospette o infestazioni parassitarie.

    Lievi indisposizioni sono molto frequenti tra i bambini e la maggior parte di esse non necessita l’allontanamento dalla comunità (es. malattie respiratorie o gastrointestinali di lieve entità).

    I bambini verranno invece allontanati quando la malattia:

    • impedisca al bambino di partecipare adeguatamente alle attività;
    • richieda cure che il personale non sia in grado di fornire senza compromettere la salute e/o la sicurezza degli altri bambini;
  • sia trasmissibile ad altri e l’allontanamento riduca la possibilità di contagi.

Il bambino può essere allontanato direttamente dal personale educativo qualora presenti:

    • congiuntivite con secrezione purulenta con occhi arrossati

    • diarrea: tre o più episodi di scariche liquide nell’arco di tre ore

    • febbre uguale o superiore a 38°C (temperatura ascellare)

    • vomito (due o più episodi)

    • sospetta pediculosi

    • esantemi con febbre o cambiamenti del normale comportamento (torpore, pianto continuo,….)

    • eruzione cutanea diffusa

    • difficoltà respiratoria.

      In caso dovessero presentarsi queste situazioni i genitori verranno tempestivamente avvisati ed invitati ad allontanare da LA CASA DI DADA il Vostro/a bambino/a nel più breve tempo possibile. Il personale consegna un modulo sul quale saranno indicate le condizioni del bambino/a e che va restituito compilato alla riammissione.

      Qualora i genitori non siano rintracciabili, il personale, in considerazione della gravità del caso, provvederà ad accompagnare il bambino al pronto soccorso ospedaliero con ambulanza.

      I bambini allontanati dalla Casa di Dada con una temperatura ascellare >=38°C o con un numero di scariche liquide di diarrea superiore a 3 in 3 ore NON VERRANNO RIAMMESSI PER TUTTA LA GIORNATA SUCCESSIVA al fine di consentirne una sicura guarigione. I bambini che abbiano la necessità di portare, durante le ore di frequenza, ingessature, tutori rigidi o altri ausili terapeutici, potranno essere accolti purché non sussistano serie controindicazioni rispetto alle attività normalmente svolte.

      In caso di sospetta pediculosi si rimanda alla Circolare n° 4 del 13 marzo 1998- Protocollo 400.3/26/1189- MISURE DI PROFILASSI PER ESIGENZE DI SANITA’ PUBBLICA (Provvedimenti da adottare nei confronti di soggetti affetti da alcune malattie infettive enei confronti di loro conviventi o contatti) che prevede: “In caso di infestazioni da P. humanus capitis,restrizione dellafrequenza di collettività fino all’avvio di idoneo trattamentodisinfestante, auto certificato.Il trattamento disinfestante, consistente in applicazione dishampoo medicati contenenti permetrina all’1% o piretrineassociate a piperonil-butossido, o benzilbenzoato o altriinsetticidi, deve essere periodicamente ripetuto ogni 7-10 giorniper almeno un mese.Pettini e spazzole vanno immersi in acqua calda per 10 minutie/o lavati con shampoo antiparassitario.”

      ART. 27 CRITERI GENERALI DI RIAMMISSIONE

      Per assenze dovute a motivi sanitari, o non sanitari non preventivamente comunicati alla Direzione o al personale educativo, inferiori ai 5 giorni consecutivi, se il problema per cui il bambino era stato allontanato è apparentemente risolto, per riprendere normalmente la frequenza non è necessaria la presentazione di certificato medico.

      Per assenze dovute a motivi sanitari, o non sanitari non preventivamente comunicati alla Direzione o al personale educativo, di oltre 5 giorni consecutivi per riprendere normalmente la frequenza è gradita la presentazione di un certificato medico. Il certificato dovrà contenere la dichiarazione della data a partire dalla quale il bambino potrà essere riammesso. In ogni caso è obbligatoria la consegna del modulo di autocertificazione consegnato in caso di allontanamento del bambino/a, compilato da uno dei genitori o da chi ne fa le veci.

      Assenze non legate a motivi sanitari e preventivamente comunicate alla Direzione o alle maestre non necessitano di certificato medico per la riammissione, qualunque sia il periodo di assenza.

      ART. 28 SOMMINISTRAZIONE DI TERAPIE

      La somministrazione di farmaci, fermenti lattici, prodotti anti-zanzare o prodotti omeopatici in orario scolastico può avvenire SOLO a fronte di formale richiesta rilasciata dai genitori ed accompagnata dalla certificazione medica attestante lo stato di malattia dell’alunno con la prescrizione specifica dei farmaci da assumere ed indicazione puntuale di modalità di conservazione del farmaco, modalità e tempi di somministrazione, posologia (tale modulo è eventualmente disponibile presso la Direzione).

      In caso di farmaci salvavita l’autorizzazione va tempestivamente fornita alla Direzione e corredata da specifiche indicazioni che ci consentano di interpretare senza ombra di dubbio il momento in cui somministrare la sostanza indicata. I farmaci salvavita necessari ai Vostri bambini andranno forniti a noi dalla famiglia con le opportune indicazioni sopra citate.

      Il Regolamento si compone di n°6 pagine e 28 articoli.